Lo scorso 28 aprile è stata annunciata la costituzione dell’Osservatorio sul Parco Nazionale dello Stelvio, istituito da 10 tra le maggiori associazioni italiane di protezione ambientale (CAI, CTS, FAI, Federazione Pro Natura, Italia Nostra, Legambiente, LIPU,  Mountain Wilderness, Touring Club Italiano, WWF) nato per monitorare le novità normative  e istituzionali derivanti dall’Intesa intercorsa tra Stato, Province autonome di Trento e Bolzano e Regione Lombardia e sottoscritta l’11 febbraio 2015 focalizzando la sua attenzione sulla contestazione degli eventuali profili di illegittimità costituzionale del nuovo quadro normativo.
20080515 120823.jpg 595
 
L’Osservatorio sul Parco Nazionale dello Stelvio ha approfondito negli ultimi due mesi la sua analisi sul quadro di insieme che emerge  dal decreto legislativo n. 14 del 13 gennaio 2016 e dalle leggi di recepimento dell’Intesa (la legge della Regione Lombardia n. 39 del 22 dicembre 2015).
 
L’Osservatorio,in estrema sintesi, ha rilevato ad oggi i seguenti profili di illegittimità: 
  • lo stravolgimento nell’Intesa dell’11/2/2015 e poi nel decreto legislativo 14/2016 dei principi generali della legge quadro sulle aree protette (l. n. 394/1991;
  • la contraddizione irriducibile che emerge sempre dall’Intesa del 2015 e dal Decreto legislativo del 2016 tra la riaffermata natura nazionale del Parco e l’assenza di strumenti e organi che gli permettano di operare come soggetto unitario nazionale, dotato di propria, autonoma personalità giuridica e in grado di svolgere un’effettiva funzione di raccordo;
  • lo squilibrio nella composizione del Comitato di coordinamento e di indirizzo in cui la netta prevalenza della rappresentanza locale non è in grado di assicurare quella “configurazione unitaria” per cui il Comitato è stato istituito;
  • la mancanza di un’effettiva vincolatività del parere del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare sulle proposte di piano, di regolamento e di perimetrazione del Parco effettuate dalle Province autonome di Trento e Bolzano.
Trento, 9 maggio 2016
 
Il documento completo prodotto dall'Osservatario sul Parco Nazionale dello Stelvio è consultabile scaricando il pdf allegato.